Menu Principale

Scuola Materna(0-5anni)

Elementari (6-10anni)

Scuole Medie(11-15anni)

Scienze e Fisica

Sviluppo Personalità

Efficienza Didattica

Novità Informatiche

Filosofia Personale

terza tappa: test sulle emozioni parte seconda e terza PDF Stampa E-mail

Parte seconda del test "Prendi le misure alle emozioni"

 

Per ciascuna delle situazioni illustrate qui di seguito, indica la risposta che più si avvicina al tuo modo di reagire.

 

Prima situazione  [r]

Sei in una situazione di pesante conflitto con un tuo collega:

1) Senti la rabbia crescere dentro di te, ma credi non sia corretto manifestarla.

2) Senti l’emozione negativa dentro di te, ma riesci a comprendere ciò che provi e a comunicarlo all’altro.

3) Reprimi l’emozione, perché se crescerà troppo non sarai in grado di controllarti.

4) Ti rendi conto della tua rabbia soltanto dopo che la situazione è degenerata e peggiorata ulteriormente.

 

Seconda situazione   [g]

 

Vedi in una vetrina un oggetto che ti piace moltissimo, ma di cui non hai bisogno. Per giunta è piuttosto costoso.

 

1) Ti precipiti all’interno del negozio e lo acquisti d’impulso.

2) Stabilisci che questo sarà il premio per il tuo prossimo successo personale o professionale, e aspetti di averlo conseguito prima di acquistare l’oggetto.

3) Rimandi l’acquisto, ma il giorno dopo ritorni al negozio e lo compri.

4) Pensi alla gratificazione che potrebbe darti l’acquisto, ma decidi che lo acquisterai soltanto se tra un po’ il desiderio sarà ancora forte e se te lo potrai permettere.

 

Terza situazione   [v]

 

Un tuo collega viene promosso ad un incarico a cui tu tenevi molto e a cui aspiravi.

1) Pensi che la scelta non è dipesa da te e che, quindi, non puoi farci nulla.

2) Incolpi te stesso per la mancata promozione, ma ti dici che, evidentemente, non puoi aspirare ad un incarico simile.

3) Pensi che devi ancora crescere molto professionalmente, ma non sai da che parte cominciare.

4) Rifletti sull’accaduto e prepari un programma di formazione e crescita personale che ti permetterà di riprovarci.

 

Quarta situazione    [b]

 

Un tuo amico piomba all’improvviso a casa tua. La fidanzata lo ha lasciato e lui si sente a pezzi.

1) Ti accorgi immediatamente del suo disagio, lo accogli, lo ascolti e cerchi di trasmettergli la tua comprensione, sapendo che in quella situazione persone diverse possono avere reazioni ed esigenze diverse.

2) Ti accorgi della sua sofferenza soltanto dopo che te ne ha parlato esplicitamente. Allora dici che quella donna non faceva per lui e che è meglio che sia andata così.

3) Ti accorgi del suo dolore e ne sei così coinvolto da non riuscire a far nulla per aiutarlo.

4) Cerchi di fargli sentire la tua vicinanza, basandoti sul tuo modo di vedere la situazione e sulle tue esperienze.

 

Quinta situazione    [gr]

Stai parlando a una riunione e uno dei presenti contesta la bontà delle tue argomentazioni.

1)     Fingi di ascoltare le obiezioni, ma riaffermi le tue opinioni ogni volta che vengono messe in dubbio.

2)     Tronchi subito la discussione: i tuoi argomenti sono gli unici validi e possibili.

3)     Ascolti con attenzione le obiezioni, cercando di trovarne la parte più vulnerabile per poi contrattaccare.

4)    Ascolti le obiezioni, cercando di comprendere se vi sia del vero e dove queste possono arricchire la tua visione.

Parte terza

 

Per ciascuna delle domande metti una croce in una delle caselle che indicano la frequenza con cui ti accade la situazione descritta.

 

 

 

Sempre

Spesso

Qualche volta

Raramente

Mai

 

 

gi

Quando ti accingi ad affrontare nuovi compiti, sai riconoscere in anticipo le difficoltà che potresti incontrare?

 

 

 

 

 

 

 

r

Ti succede di reagire d’impulso, senza riflettere, e poi pentirti di quello che hai fatto?

 

 

 

 

 

 

b

Sai esattamente che cosa dire per fare sentire meglio chi ti sta di fronte?

 

 

 

 

 

 

gr

Quando qualcuno ti sta parlando, lo lasci terminare prima di iniziare a parlare tu?

 

 

 

 

 

 

 

v

Ti succede di lasciare un compito a metà perché ti hanno abbandonato entusiasmo e motivazione?

 

 

 

 

 

 

 

Powered by Joomla!. Valid XHTML and CSS.